poesie

Anni acquatici

Autore : Agostino Gandolfi - inserita il 28/11/09

Gli anni sono diventati acquatici,
Sono come acquitrini che non tengono,
Soggiornano alquanto l’uno dentro l’altro
E non hanno alcuna struttura compatta.
Si confonde al ricordo un vento diaccio,
La vita che si conduce è quella buia,
Fattasi presto domanda appiccicosa.
Gli ieri sono delle nenie affogata,
Non si sa proprio da dove, non si sa da chi.
Sono scomparsi tutti i gusti del sonno:
Uno si risveglia presto per un nonnulla,
Per restare tante ore sghembo sul letto.
Si resta lì, a fare dei conti randagi.

5 febbraio 2008