Autore : Innocenza Scerrotta Samà - inserita il 20/11/09

Caos, caos
Misterioso, oscuro
come il cielo senza luna
e brivido di stelle.
Per l’universo vai con occhi d’Argo
e mano di folgore.
Colpisci, disintegri
mondi stupidi e muti.
Come foglie d’autunno,
tristemente aggruppate
per morire insieme,
raccogli i resti sul nudo del tuo seno.
Un brivido bianco
sul palpito dell’onda.
Nuova innocenza, nuovo amore.
Baciato d’alba il nudo del tuo seno,
il brivido bianco sulla pelle nuda,
la mia pelle nuda.
Dal tuo seno le Esperidi
radiose di pomi.
Caos, caos
ho sete e paura,
(Sibila il vento
su bianca, ardita nudità di voce)
sete e paura,
(Crollano muri)
paura sulla via deserta
sete e paura,
paura di chiamarti Dio.