poesie

da Mutamento, 1999

Autore : Lucianna Argentino - inserita il 30/11/09

Provami l’utilità del Bene
tu che mi hai voluta qui
senza chiedermi dove sono,
dov’è che sono veramente.
Dimmi chi è che può salvare
e chi essere salvato,
ma considera pure l’incapacità mia
di sentire altro che non sia
questa inadeguata sapienza.
Sappi che non so circuire la vita
perché drappelli di parole
ostinate alla distanza mi assediano,
ma so che tra passione e coscienza
l’abisso è colmabile
se Dio riprendesse la sua onnipotenza
dalle nostre mani…

Piace al mio canto il cammino sbadato
del tuo ritornarmi attraverso notti
nate nei tuoi occhi
puntati sulla via di Cana
su nozze cui non siamo invitati
noi ormai liberi dallo sguardo paterno
e dunque esiliati in un destino incredulo
meno incredula io ora
che bevo un’acqua mutata in vino.