poesie

GIARDINI DI BABELE

Autore : Mirka Corato - inserita il 29/11/09

Un volo cupo di corvi bianchi
solca l’aria con torbide fiammate
s’infila
tra le arcate cieche della comprensione
disgrega le distanze interne
fin nelle viscere dell’armonia

Giardini di Babele
dove la danza dei fiori è discontinua

Tra chiaroscuri e tortuose iridescenze
Piume e sassi
Squarci d’amore
interrompono il silenzio

Ma è sempre difficile
scorgere la luce

quel sole che conforta
con promesse docili
anche per un tempo breve
solamente

perché la promessa
è uno scroscio fresco sul mattino
è un guardare avanti
è un carico di stelle sul futuro
è un vivere azzurro che non c’era

nei giardini sospesi di Babele