poesie

Memorie kafkiane

Autore : Marcella Artusio Raspo - inserita il 30/11/09

Torri polverose
risuonano
nell’oro spento
del tempo.
Un volto ebraico
segnato
come un crocifisso
si disperde
nel martellio
dei vicoli,
una donna chiara
mutevole incrocio
di inquieti popoli
passa veloce
nel turbinio
della sera.
Praga ammutolisce
sullo scorrere antico
dei suoi segreti,
su smemorati cortili.
Tu segui l’ombra
della tua figura
ritagliata
nella voce
della pietra
e incidi
il mio nome
sul sigillo
di ingiallite pergamene.
Mi perdo
nel tuo sguardo,
oscuro
come il calare
della notte
sulla cima disfatta
del tiglio.