poesie

Pater noster

Autore : Armando Santinato - inserita il 20/11/09

a Marcella Artusio Raspo,
Francesca Altavilla e Marco Chiari
che la scala prestano alla melodia dei cantici

Padre
che d’ogni segno
non ti sfugge il punto
ferma l’orbita del male
tieni la mano che spacca e distrugge
salva chi fugge l’incubo infernale

Non senti l’urlo
che d’antico rugge fra sterpi
noti al conteso crinale
non più fratelli per l’erba che mugge
si picchiano per un pugno di sale

Vitreo diventa
lo specchio del cuore
tace l’amore fra scosse di pianto
cessa lo schianto sul filo di morte

Triste destino
trafigge la sorte
fratelli contro fratelli
nel santo nome d’un Padre comune

Padre
cessent jurgia maligna
cessent lites

Libera
giri la giostra sul prato
gridino i bimbi sull’ali del vento
l’arco si curvi su d’ogni colore

A peste a fame a bello
libera nos Domine

Torino, 3 marzo 2006, ore 23.05