poesie

Rione Sant’Angelo

Autore : Innocenza Scerrotta Samà - inserita il 20/11/09

Giorno d’agosto.
Rione Sant’Angelo è deserto.
Muta la chiesa, secca la fontana.
Sulla cima del sogno
svetta il campanile,
palpita dell’acqua lo zampillo
nel cavo delle mani antiche
e intenerisce il labbro.
Calabroni volano ronzando
nella conca di pietra.
Un cane fruga nei rifiuti.