Autore : Innocenza Scerrotta Samà - inserita il 20/11/09

Sui vetri appannati d’un balcone,
un bimbo disegna il sole
con tanta tenerezza.
Uno dei raggi tocca, quasi, terra.
La radio parla di morti
a colpi di lupara.
Sul vetro rimane il lungo raggio
quale ferita aperta nella nebbia.