Liana De Luca

Ritratto di Liana De Luca

Accademico

è di origine illirico-partenopea. Vive a Torino.

Dopo le giovanili plaquettes ha pubblicato le seguenti raccolte di poesie: VIII casa, Mursia 1965; Il cuore disadattato con prefazione di Mario Bonfantini, Giappichelli 1973; Che senso ha, S.E.N.Z.A. 1976; Graffiti con prefazione di Mario Soldati, Esperia 1981; Luoghi e tempi con prefazione di Giorgio Bárberi Squarotti e nota critica di Luciano Erba, Genesi 1983; Mediterranee con prefazione di Giorgio Bárberi Squarotti, Cappelli 1985 – nuova edizione ampliata 1986; Unica madre con prefazione di Giuliano Gramigna e nota critica di Giorgio Bárberi Squarotti, Genesi 1988; La figlia dell’Olandese volante con prefazione di Lorenzo Mondo e nota critica di Vico Faggi, idem 1991 – nuova edizione ampliata 1992; Il posto delle ciliege con prefazione di Giuseppe Conte e nota critica di Elio Gioanola, idem 1995; Ragazze & Vecchiette con prefazione di Sandro Gros-Pietro, idem 2004; Okeanòs con prefazione di Sandro Gros-Pietro, idem 2005; Della buona ventura, idem 2008. Nel 2000 ha pubblicato la raccolta antologica La Grata, idem.

Nel settore della narrativa ha dato alle stampe i volumi di racconti La sposa con illustrazioni di Ettore Della Savina, Italscambi 1982, Storia di Pia con materiale didattico per la scuola media, Mursia 1984, Controfiabe con illustrazioni di Antonio Centurelli, Lorenzo Editore 1995 e il romanzo La magnifica desolazione con prefazione di Stefano Jacomuzzi, Genesi 1990.

Ha inoltre pubblicato la raccolta di saggi critici Itinerari dannunziani, Laboratorio delle Arti 1996, i volumi di saggi Donne di carta, Genesi 1999, Uomini di penna, idem 2002 e Scrittoio, idem 2007. Per la Genesi cura la collana Check-in. In essa ha presentato finora i poeti Parini, Tibullo, Poe, Tasso, Blake.

Si è anche occupata del genere fantasy e i suoi scritti sono apparsi sulla rivista La collina, Ed. Nord e nell’antologia Universo e dintorni, Garzanti 1978. Ha curato, assieme a Margherita Faustini, l’antologia di riflessioni e racconti Davanti all’ignoto, Maestrale 1996.

È inclusa in antologie e dizionari, fra i quali Le donne nella poesia a cura di Domenico Cara, Laboratorio delle Arti 1991; Poesia, non poesia, anti-poesia a cura di Vittoriano Esposito, Bastogi 1992; Le maschere invarianti con prefazione di Marzio Pieri e Silvio Ramat, Genesi 1992; Il leggio incantato a cura di Silvio Bellezza, idem 1992; L’eco del tempo con prefazione di Gianfranco Scialino, Lint 1992; Storia della letteratura italiana, Miano 1993; Scrittori nel tempo a cura di Silvano Demarchi, 1994; Storia della civiltà letteraria italiana, vol. V, tomo II, a cura di Giorgio Bárberi Squarotti, Utet 1996; L’erbosa riva a cura di Elio Andriuoli e Sandro Gros-Pietro, Genesi 1998; Il cuore costante a cura di Franco Manescalchi e Anna Ventura, Polistampa 1998; Ragioni e canoni del corpo a cura di Luciano Troisio, Terziaria 2000; L’amorosa avventura a cura di Giusi Verbaro Cipollina, Abramo 2000; Letti per voi a cura di Stefano Valentini, Venilia 2003; In queste braccia a cura di Luciano Luisi, San Paolo 2003; Magica luna a cura di Chicca Morone, Genesi 2003; E dicono che siamo poche…, a cura di Neria De Giovanni, Commissione Nazionale per le pari opportunità 2003; Sotto al ponte c’è tre conche, a cura di Antonia Giansante, Orient Express 2005; Un secolo in un anno. Almanacco paredro, Genesi 2005; La poesia dialettale dalmata, a cura di Tullio Vallery, Alcione 2006; La poesia del terzo millennio, a cura di Lucio Zaniboni e Santino Spartà, Marna 2007.

Fra i numerosi premi conseguiti il Pan­nunzio per la narrativa 1990, l’Utet 1997 e il Firenze 2000 per la poesia.

Ha partecipato a convegni indetti dal Centro di Studi Dannunziani e dalla Casa di Dante in Abruzzo di Pescara, dal Cenacolo Orobico di Bergamo, dal Gruppo Poesia Attiva di Torino e dall’Elogio della Poesia di Torino, dal Festival Poesia Civile di Vercelli, dalla Biennale di Poesia di Alessandria.

Sulla sua produzione fino al 1992 Antonio Catàlfamo ha scritto il volume di critica Liana De Luca fra mito e quotidianità, Bastogi 1992.

È presente nel sito on-line www.bombacarta.com al n. 24 di Lettera in versi.

COMMENTO CRITICO: 

Ciò che suscita l’ammirazione del lettore in questo libro è la straordinaria forza di novità e di apertura alla vita che la scrittrice trasferisce nella pagina, senza mai scadere nei facili entusiasmi, ma mantenendo esercitato uno sguardo di ironia irridente per i tanti guai che la vita procura, i fraintendimenti, le contraddizioni, le stravolgenze e le irrisolvibili complicanze che costellano la strada di trappole e di inganni, per cui è sempre meglio dotarsi di bastone se si vuole andare un poco più rispettati lungo il proprio percorso.

Un lungo percorso magistrale, di signora della poesia e della vita, quello che Liana De Luca dà qui conto di avere già compiuto e a cui allude; una promessa sorniona, con il sorriso beffardo del gatto di Lewis Carroll, per dirci che è solo piccola parte di quello che potrà ancora avvenire, con la buona ventura.

Sandro Gros-Pietro


Cronologia

Membro da
7 anni 36 settimane