Michelangelo Cammarata

Ritratto di Michelangelo Cammarata

Accademico

nato a Gela nel 1941, ha vissuto per molti anni a Milano e Bergamo, dove ha lavorato presso un ente previdenziale. Dal 1980 risiede a Palermo.

Negli anni scorsi ha pubblicato: Un’eco di pensiero, Rebellato, 1964; L’oasi propizia, idem 1965; L’uomo con ironia, Quartiere 1969, con prefazione di Giorgio Bárberi Squarotti;  I germogli di Ground Zero, Federico 2003; L’amorosa cicala, Genesi 2005.

Nello stesso periodo ha collaborato a giornali e riviste fra cui La fiera letteraria, Il ponte, Paese sera, Crisi e letteratura, Quartiere.

Suoi testi sono recentemente apparsi su riviste cartacee e telematiche quali Vernice, Noialtri, Issimo, the muse apprentice guild, Poiein e in antologie letterarie.

Ha ottenuto riconoscimenti nei premi Amicizia, Città di Solofra, Giovanni Gronchi, Il Convivio, Poesi@ & Rete.

COMMENTO CRITICO: 

Il libro di Michelangelo Cammarata è un compendiario di tratti essenziali della scrittura poetica, funziona come tesoretto di situazioni, esercizi, proposte e soluzioni; è scritto con piglio ironico e graffiante, ma anche partecipato alle sorti del gioco che è in corso sulla pagina; è la proposta di un incontro ravvicinato con il tesoro della poesia, ricostruito per rapidi flash di figure, sketch e lampi, secondo una tecnica delle immagini che sembra presa a prestito dal mondo mediatico della televisione e del cinema, e che invece affonda le sue radici primigenie in una tecnica rapida ed essenziale della concatenazione poetica che in Oriente ha tradizioni secolari e che in Occidente non ha sicuri antenati, ma che trova ambienti consonanti niente meno che nei salmi e nei versetti biblici.

Sandro Gros-Pietro


Cronologia

Membro da
8 anni 6 giorni